Blog

Aperitivo o apericena? La nuova tendenza dell’happy hour
Pubblicato il 20/07/2016

Aperitivo o apericena? La nuova tendenza dell’happy hour

Stuzzichini, bruschette, crepes dolci e salate, ma anche piatti freddi, sofisticati ed elaborati. Quali sono gli ingredienti giusti per un’apericena di gusto?

Dopo una giornata di intenso lavoro, dopo corse frenetiche da una parte all’altra della città, al momento dell’happy hour, scatta la domanda fatidica: meglio il classico aperitivo o una simpatica apericena?
Bene, con i ritmi sempre più frenetici di oggi e gli orari di lavoro che tendono a dilatarsi, l’apericena sta diventando un appuntamento serale quasi irrinunciabile, sempre più frequente e di moda nei locali più trendy della città. Come suggerisce lo stesso nome, il termine deriva dall’unione di “aperitivo” e “cena”, prendendo il meglio di entrambi e prevedendo una vasta gamma di piatti tutti da provare.

Come ben sanno gli addetti al settore del Food&Beverage, l’apericena può diventare uno dei fiori all’occhiello della propria attività e, va da sé, può decretare il successo o meno di un locale che si propone accattivante e trendy. Considerata una variante più fresca ed elaborata del classico aperitivo – che vede, tradizionalmente, stuzzichini di vario genere, pizzette e rustici accompagnati da long drink, birra e bevande analcoliche – l’apericena, invece, va decisamente oltre, arrivando a proporre vere e proprie degustazioni di cibi e bevande.

Le parole d’ordine diventano creatività e fantasia, proprio perché nell’apericena, non esistono regole di sorta. Spazio, quindi, ad assaggi di pizza – portati a tavola già in spicchi, più facili da mangiare – minipanini e minihamburger, bruschette, tartine, colorati french toast o club sandwich, qualche stuzzichino, ma anche taglieri di salumi e formaggi, crostini, crepes salate, mousse di vario genere e le immancabili patatine fritte, accompagnate anche da salse insolite, come quella al gusto messicano e quella barbecue. Quanto alle bevande, succhi assortiti di ogni tipo, analcolici e aperitivi, birre, freschi vini bianchi frizzanti o prosecchi.

Il successo dell’apericena, però, non deve stupire più di tanto. Come emerge da un’analisi della Coldiretti nel 2015 la spesa degli italiani per mangiare fuori casa ha raggiunto cifre record, circa 76 miliardi di euro, pari a oltre 1/3 del totale dei consumi alimentari, stimato intorno ai 220 miliardi di euro. Come precisa la Coldiretti, lo street food è l’alleato migliore per chi ha ritmi lavorativi intensi ma, sempre più spesso, rappresenta anche un’occasione di svago e di aggregazione, un momento ludico per stare in compagnia degli amici, lasciandosi tentare da prelibatezze e piatti particolari, dai prezzi particolarmente contenuti.

Sdoganato ormai a livello internazionale, l’apericena rappresenta il nuovo e gustoso appuntamento con il variopinto cibo da strada. Da sempre attenti ai bisogni e alle esigenze dei professionisti del Food&Beverage, i cash&carry Adhoc, propongono tante referenze che renderanno imperdibile e di successo la vostra apericena!

Vuoi consigliare questo articolo?
Condividilo sui social