Blog

Cibo e tecnologia: le food app più gettonate
Pubblicato il 06/04/2016

Cibo e tecnologia: le food app più gettonate

Ricette, ristoranti, il settore del food & beverage è tutto in un’app. Ecco come cambia l’alimentazione in Italia nell’era digitale.

In un’epoca in cui tutto è diventato tecnologico, in cui ci si avvale di smartphone e tablet non solo per telefonare o lavorare, ma anche per trovare ricette, ingredienti e locali gettonati in cui trascorrere un po’ del nostro tempo, assistiamo a un interessante connubio tra cibo e tecnologia.

Quello che, all’apparenza, potrebbe risultare un concetto piuttosto inusuale, nella pratica, è invece sempre più frequente. Non a caso, il settore del food & beverage è in costante espansione, anche grazie al successo riscosso dalle food app, quelle applicazioni che, con pochi click, semplificano non solo l’attività di ristoratori e gestori di bar e locali, ma aiutano anche il consumatore a conoscere i cibi che sta per acquistare, a districarsi tra le migliaia di strutture presenti sul territorio e a replicare le ricette degli chef più famosi.

Del resto, che l’alimentazione in Italia fosse un fiore all’occhiello, non è un mistero. Quando si parla di queste applicazioni, quindi, si spalanca davanti ai nostri occhi un mondo meraviglioso, fatto di utili consigli, foto, recensioni, ricette e scambi di opinioni. Un must have irrinunciabile.

Ma non finisce certo qui. Perché, se i più pigri decideranno di ordinare un intero pasto dal colosso Just Eat senza muoversi dal divano di casa, gli amanti del vino non resisteranno alla tentazione di scaricare Wine Italy App, con oltre 530 schede dettagliate su bianchi, rossi, rosati e champagne.

Ma, se queste food app risultano decisamente più utili al consumatore finale, Adhoc si propone di dare qualche dritta in più a ristoratori e a gestori di locali. Perciò, abbiamo selezionato tre applicazioni di nuova generazione, quelle che proprio non possono mancare sullo smartphone o sul tablet di un addetto al settore del food & beverage.

1. Cook Together

Partiamo da qui, un’app semplice e intuitiva, pensata per gli chef più fantasiosi che vogliano prendere spunto da culture gastronomiche diverse dalla propria.  Disponibile sia per i dispositivi iOS che Android, Cook Together, richiede la creazione di un proprio account per l’utilizzo. Dopodiché, ci s’immerge in un universo culinario di tutto rispetto: s’interagisce con chef affermati e cuochi in erba, si prepara una lista della spesa, ci si scambiano consigli e ricette. Mettere in pratica le ricette suggerite dall’app e condividere il risultato sui principali social network, sarà molto semplice. Pochi tap e la propria cucina diventa social!

 
2. Gestore ricette di Paprika

Siete nella cucina del vostro ristorante, sommersi da una miriade d’ingredienti e non avete la possibilità di consultare la ricetta del piatto che state preparando? Niente paura, ci pensa il  Gestore ricette di Paprika! Tra le food app più innovative, Paprika è un immenso contenitore di ricette, provenienti da ogni angolo del pianeta. Basta cercare il nome del piatto, un ingrediente specifico et voilà, il gioco è fatto. Dotato di un sistema di backup per archiviare tutte le ricette salvate, Paprika blocca lo schermo sul procedimento, aiutandovi a continuare spediti, senza dover toccare lo schermo con le mani ricoperte di impasto.


3. Cocktail Twist

Veri e propri bartender o semplici appassionati di drink dall’aspetto sofisticato e dal gusto avvolgente, questa è l’app che fa al caso vostro. Grazie alle ricette creative, le descrizioni accurate e i procedimenti illustrati passo dopo passo, con Cocktail Twist, potrete preparare velocemente drink di sicuro successo, specifici per ogni occasione.

Ovviamente, il rapporto degli italiani con cibo e tecnologia, non si esaurisce a queste semplici food app. In un’era in cui il digitale e la tecnologia la fanno da padrone in ogni campo, anche in quello del food & beverage,  questi sono solo i punti di partenza per rendere ancora più innovative le modalità di approccio all’evoluzione alimentare italiana. 

Vuoi consigliare questo articolo?
Condividilo sui social