Blog

Colomba e Uova di cioccolato, che la sfida abbia inizio
Pubblicato il 16/03/2016

Colomba e Uova di cioccolato, che la sfida abbia inizio

Un viaggio nel mondo dei dolci di Pasqua tra uova di cioccolato, colombe, novità, sapori antichi che allieteranno la tavola della Pasqua 2016

Archiviata la parentesi natalizia, è già tempo di clima pasquale e con esso di nuove invitanti leccornie sulle tavole degli italiani, pronti a festeggiare la Pasqua 2016. Uno dei capisaldi della nostra gastronomia, quella dei dolci pasquali, difficilmente trova eguali nel resto del mondo: infatti, se le uova di cioccolato sono più o meno sdoganate ovunque, colombe, panettoni pasquali (molto diffusi nel centro-sud), pastiere ecc. restano ancora tipicità made in Italy.

Alquanto fosche le previsioni che, lo scorso 2015, preannunciarono le vendite dei dolci pasquali: la dilagante crisi economica aveva fatto stimare un netto calo della spesa degli italiani per uova di cioccolato e colomba pasquale. Secondo le stime Codacons e di Federconsumatori, infatti, gli Italiani avrebbero confermato il trend verso prodotti di affezione come l’agnello o le uova, scegliendo invece il fai-da-te per quanto riguarda i dolciumi. Una contrazione dei consumi di circa 2,5 punti percentuali sui dati 2014, che avrebbe fatto registrare una vendita di circa 31 milioni di uova di cioccolato e circa 26, 5 milioni di confezioni di colombe, per un giro d’affari di circa 400 milioni di euro.

A strappare il primato sulle tavole degli Italiani per il 2015 è stata la tradizionale colomba, scelta da 6 italiani su 10, sorpassando l’uovo di cioccolato tanto amato dai piccoli e dal 51% degli adulti (dati Coldiretti/Ixè). Colombe non più solo “tradizionali”, ma ormai in versione 2.0: artigianali e non, con canditi e glassa, con glassa e mandorle, vegane o con farine alternative, alla frutta secca e cioccolato, frutta esotica, al limoncello, al pistacchio, crema pasticcera, yogurt e perfino con olio d’oliva! Questo mix di tradizione e sperimentazione ha conquistato, dunque, più che la cioccolata.

A tal proposito, l’uovo con sorpresa si mantiene il più tradizionale, lasciando “solo” al tipo di cioccolata utilizzata, la libertà di essere estrosa: si va dal tradizionale fondente/al latte/bicolore, sino a varianti più alternative: al gianduia, ripieno di cioccolatini, con croccantino, frutta secca, pasta di zucchero.

Con l’avvicinarsi del 27 marzo, Adhoc offre un vasto assortimento di delizie pasquali (http://www.adhocash.it/promo/buona-pasqua.html): uova di cioccolato per grandi e piccini, cesti misti di buon augurio, cioccolatini, ovetti, colombe pasquali, spumanti ma anche attrezzi e ingredienti base per favorire le preparazioni professionali.

 

Le spese pre-pasquali sono già iniziate. Cosa accadrà, dunque, in questa Pasqua 2016 ai consumi degli italiani? Nuovi trend riusciranno a scalzare i tradizionali dolci di Pasqua, oppure colomba e uova la faranno ancora da padrone? Che la sfida abbia inizio!

Vuoi consigliare questo articolo?
Condividilo sui social