Blog

Le 5 tendenze dei cocktail 2016
Pubblicato il 11/05/2016

Le 5 tendenze dei cocktail 2016

Come dovrà essere il re dei cocktail 2016?Frizzante e rivoluzionario oppure classico e d’effetto? Lo scopriamo insieme attraverso i nuovi cocktail trends.

Come ogni anno, il periodo che precede l’estate è quello più indicato per formulare ipotesi su quelle che saranno le tendenze più in voga. Mentre il 2015 ci ha consegnato un quadro piuttosto variopinto, con un deciso ritorno al passato e alle ricette classiche, i cocktail trends del 2016 strizzano molto di più l’occhio alla creatività dei barman, alla scelta ponderata delle materie prime e ad un’attenzione molto particolare verso la gradazione alcolica che, secondo gli esperti, subirà un netto ribasso, sfociando quasi nell’analcolico.

Come ben ci ha prospettato l’annuale competizione Diageo Reserve World Class, il sacro tempio delle nuove tendenze in fatto di beverage, i cocktail 2016 non sono più delle “semplici” bevande da gustare con gli amici per un momento di svago. I nuovi drink di tendenza, infatti, assomigliano sempre di più ad elaborate creazioni concettuali, multisensoriali e accattivanti, in grado non solo di sorprendere il palato, ma anche di coinvolgere tutti gli altri sensi, in un mix di colori, sapori e profumi sempre più raffinati.

Così assistiamo a spume azotate, a microsfere di liquore colorate, a cocktail che s’inalano (con l’ausilio di onde sonore che trasformano il liquido in vapore) e a rivoluzionarie fialette di spritz private di alcool, in modo tale che ognuno possa decidere quale gradazione alcolica conferire al proprio drink.


Dunque, via libera a sperimentazione e personalizzazione. Il barman diventa quasi un confidente, pronto ad ascoltare ed esaudire ogni minima richiesta.

Tra i nuovi cocktail trend di stagione, troviamo quindi più di qualche sorpresa. Come il richiestissimo (soprattutto in quel di Londra e a Manhattan) cocktail Camouflage: a base di Tanqueray e ghiaccio pilè, al balloon si appoggia un bastoncino di raffinato incenso al sandalo, uno spicchio di arancia essiccata, foglie di amaranto rosso e carote all’aceto di mele. Ma la sorpresa non finisce qui, perché il prezioso drink è racchiuso all’interno di un ananas dorata che, mirabilmente, cela il suo contenuto.

Dunque, quali saranno i cocktail trends del 2016? Scopriamolo insieme tra graditi ritorni e astri nascenti.

 
1. Grasshopper

Immortale. Se si provasse a descrivere il Grasshopper, questo sarebbe il termine adatto. A base di ghiaccio, crema di menta verde, crema di cacao bianca e panna, il Grasshopper – servito nella tradizionale coppa da cocktail molto fredda – appartenente alla categoria degli short drink, è la bevanda ideale per concludere un raffinato dopocena.



2. Daiquiri alla fragola

Senza ombra di dubbio, uno dei cocktail più conosciuti al mondo. Realizzato con ingredienti semplici e di facile reperibilità, quali rum, fragole e succo di lime, il Daiquiri è semplicemente irresistibile. Sarà per il sapore delle fragole mature o per il gusto rinfrescante del lime, fatto sta, che il Daiquiri si conferma cocktail di tendenza anche per il 2016.


3. Harvey Wallbanger

Tra i must per il 2016, c’è spazio anche per una sorpresa. Caduto nel dimenticatoio negli anni scorsi, l’Harvey Wallbanger torna prepotentemente in auge, provando a imporsi tra i migliori cocktail di tendenza.  Servito in un tumbler trasparente ricolmo di ghiaccio, il drink mixa sapientemente vodka, succo d’arancia e liquore Galliano, per un’esplosione intensa di sapori che arriva dritta al palato. 


4. Moscow Mule

Vodka, ginger beer e lime: basterebbe anche solo l’elenco degli ingredienti per immaginare quanto possa essere piacevole un sorso di Moscow Mule. Nato nel lontano 1940, il drink si pone come la bevanda dissetante per eccellenza, anche grazie alla contenuta gradazione alcolica. Servito, tradizionalmente, in tazze di rame o in bicchieri di vetro, ciò che rende speciale il Moscow Mule è il sapore piccante e speziato della birra allo zenzero.


5. Bloody Mary

Tra i cocktail trends 2016, poteva mai mancare il più iconico tra i drink? Ovviamente, no. A base di vodka, succo di pomodoro, salsa Worcester, tabasco, sedano, pepe di Caienna e succo di limone, il Bloody Mary è il long drink estivo per eccellenza.



Per restare sempre al passo con le novità e le tendenze di settore, una delle principali fiere in Europa è sicuramente l'International Bar and Beverage Trade Show di Berlino che si terrà l'11 ed il 12 ottobre 2016, nella stazione di Berlino.

 

Ritornando all'estate vicina, per soddisfare le esigenze dei professionisti del settore del Food & Beverage, i Cash&Carry Adhoc hanno messo a punto il nuovo catalogo HO.RE.CA., suddiviso in sezioni e aree tematiche, in cui trovare facilmente tutti gli ingredienti per preparare queste fantasiose creazioni e mettersi al passo con i più recenti cocktail trends.
Vuoi consigliare questo articolo?
Condividilo sui social