Blog

Gestione degli spazi e customer service: come ripartire al meglio
Pubblicato il 21/06/2020

Gestione degli spazi e customer service: come ripartire al meglio

Le nuove regole anti Covid-19 impongono, specie ai ristoratori, una nuova organizzazione degli spazi a disposizione nei propri locali. Distanziamento sociale e riordino dei tavoli sono prerogative fondamentali nelle nuove disposizioni, ma anche il diverso utilizzo degli spazi nelle cucine deve essere tenuto in considerazione per tutelare la salute dei clienti e dei lavoratori.

Cruciali risultano essere, anche sulla scorta delle ordinanze regionali oltre che delle norme nazionali, gli spazi all’aperto dove il distanziamento può essere meno pronunciato e si può maggiormente sfruttare tutto il metraggio a disposizione.
Molti Comuni stanno infatti accelerando le pratiche burocratiche – in via eccezionale considerati i tempi limitati – per la richiesta da parte degli esercenti di poter utilizzare anche gli spazi antistanti le proprie attività commerciali. 

L’impianto di ombrelloni o gazebo temporanei, permettono così ai locali di mantenere la stessa capienza originale, bilanciando con l’aggiunta di posti esterni la riduzione dei tavoli interni imposta dalle norme sul distanziamento.

Sappiamo benissimo che le persone aspettano e desiderano nuovamente di sedersi nei locali in tutta tranquillità, per condividere momenti conviviali e senza limitazioni con i propri cari e amici.

Sarà quindi fondamentale che ogni ristoratore pensi in maniera primaria alla risistemazione del layout fisico del proprio locale uniformandosi a queste nuove normative e cercando di rendere funzionale ogni centimetro del proprio spazio vitale a disposizione. 

In questo contesto particolare, la prenotazione assume un ruolo significativo, permettendo ai ristoratori di organizzare al meglio le attività garantendo tutta la sicurezza e tutti i comfort necessari al cliente.

La customer satisfaction resta dunque di vitale importanza per ogni attività. È necessario, anche perché si tratta di una situazione del tutto nuova e senza precedenti, dotarsi di strumenti per capire fino in fondo se il cliente si sente a suo agio nella nuova disposizione e se non lo è capirne i motivi ed essere pronti a porre rimedio adottando tutti gli accorgimenti affinché si costruisca una situazione ideale per il cliente stesso.

Questionari di soddisfazione, brevi ma incisivi e soprattutto l’opera del personale di sala sono fondamentali in questo frangente, ognuno di loro può percepire e restituire tutti gli umori dei clienti prima, durante e dopo la consumazione nel locale. Investire nella formazione dei propri dipendenti può portare ottimi vantaggi sul lungo periodo.

È palese che per costruire una customer experience vincente si deve giocare tutto sul concetto di personalizzazione e flessibilità. Venire incontro alle esigenze del cliente nella maniera più naturale possibile e senza opporre alcuna resistenza. Il cliente in questo momento, è il capitale più importante per un’attività commerciale.

Migliorare la qualità del servizio in generale, del cibo offerto, insieme ad una più corretta e oculata gestione del magazzino, con un occhio speciale ai consumi effettivi, sarà poi il corollario che andrà a formare la scelta vincente per superare questo difficile periodo e guardare lontano.

Di vitale importanza sarà inoltre l’analisi e l’aggiornamento costante del proprio budget economico, con un occhio ai movimenti di cassa e al piano degli investimenti. Una previsione e un controllo settimanale dei costi è sempre utile per capire ricavi e guadagni in un periodo delicato come quello attuale.
Adhoc offre sempre ai suoi clienti tutti gli strumenti utili e i migliori prodotti selezionati per ripartire con qualità ed efficienza.


Vuoi consigliare questo articolo?
Condividilo sui social